Angolo In Alto a Sinistra
Angolo In alto a Destra
Aumenta la dimensione del Carattere
Riduci la dimensione del Caratterere

la moneta virtuale

La Moneta Virtuale

Scritto da: franco Pubblicato: Domenica 21 Agosto 2016 alle ore: 12 e 07

Un caso reale di una madre sola con tre figli minori che vive arrangiandosi in qualche modo. Per comprendere questo articolo vi chiedo di leggere la mozione "Arricchire la nazione aiutando chi è escluso" Per una #Politica a misura dei problemi.

tags:
arrangiandosi qualche modo comprendere articolo leggere mozione -arricchire nazione aiutando
24 bottiglie 12 di vino primitivo Doc, 12 di bianco malvasia e chardonnay, dalla Puglia alla Vostra tavola
  • Immagine Superiore

"Venuta la sera gli si avvicinarono i discepoli gli dissero: il luogo è deserto e l'ora è già trascorsa.

Manda via le folle perchè andando nei villaggi si comprino cibo per loro.

Ma Gesù disse loro:  non è necessario che se ne vadano date Voi loro da mangiare.

E allora essi gli replicarono: non abbiamo qui se non 5 pani e 2 pesci.

Ma egli disse: portatemeli qui.

E dopo aver ordinato alle folle di sdraiarsi sull'erba benedì, spezzò i pani, li diede ai discepoli  e i discepoli alle folle.

E mangiarono tutti e si saziarono e dei pezzi avanzati presero dodici ceste piene."

 

Ipotizziamo un caso, neanche tanto raro, di una madre sola con tre figli piccoli disoccupata e senza reddito.

Secondo il piano della moneta virtuale potrebbe ricevere 1000 euro al mese per ogni persona del suo nucleo familiare in condizione di svantaggio economico.

Quindi potrebbe disporre di un reddito di 4.000 euro.

In queste condizioni potrebbe.

  • Trovare in affitto una casa adeguata
  • Comprare un frigorifero e riempirlo di cibosano e nutriente per se e per i suoi figli.
  • Andare dalla parrucchiera e dall'estetista e darsi una sistemata
  • Comprare un computer e dei libri per se e per i figli
  • Iscriverli ad un corso di nuoto

Migliorare la sua formazione e quella dei suoi figli

In questo modo può programmare con calma il suo futuro ed il futuro dei suoi figli, trovare un lavoro e ridurre l'apporto della moneta virtuale.

Potrebbe però anche accadere che si lasci andare; spenda tutti i soldi in cose stupide ed inutili, si dia alla bella vita lasciando comunque i figli nell'indigenza e non risolvere nessuno dei suoi problemi anzi aggravarli e con questo pesare ulteriormente sulla società.

Sono i rischi della libertà, bisogna comunque fare qualcosa, per non lasciare le persone nella solitudine, il sistema di assistenza sociale non deve essere per questo smantellato ma deve servire per indirizzare verso il meglio le persone che vivono in situazioni di disagio.

Un altro rischio potrebbe essere dato dalla difficoltà da parte delle imprese di resistere sei mesi prima di poter utilizzare la moneta virtuale incassata.

Qui entra in gioco la libertà del mercato: chi se la sente potrà farlo,  chi non se la sente potrà stabilire un limite alla vendita in questo modo.

Molto dipenderà anche dall'elasticità del sistema bancario.

Questa idea può essere attuata a livello della nazione ma anche a livello europeo, oltre che ad un livello regionale o addirittura locale.

Più grande è l'area di influenza e maggiore è l'impatto positivo sulla crescita economica.

Tecnicamente si tratta di creare un database con quattro tabelle: una si può denominare asta ed è relativa alla emissione della moneta da parte dello stato contiene il valore globale delle somme messe a disposizione mese per mese anno per anno.

Le altre tre tabelle formano la bandiera che si sorregge sull'asta:

  • Bianca  contiene i dati degli operatori di primo livello che ricevono la moneta virtuale
  • Rossa  contiene i dati ed i valori acquisiti dagli operatori di secondo livello
  • Verde contiene i dati ed i valori degli operatori di terzo livello

Tutta questa operazione si può basare tecnicamente su un sito che registra tutti i passaggi e le interazioni tra i diversi soggetti.

Altra nota dolente di questa idea è l'inevitabile impennarsi dell'inflazione.

Normalmente l'inflazione danneggia le classi più povere della società che non avendo altre risorse ne mobili nè immobili vedono sempre più erodersi il loro potere di acquisto.

Le classi più ricche, avendo risorse accantonate, vedono lievitare, insiema all'inflazione, anche le rendite dei loro beni.

In questo caso le classi meno abbienti sono in qualche modo salvaguardate dall'aumento dei prezzi perchè il loro reddito è frutto di un dono, in cambio del quale essi non devono fare altro che spendere e così mettere in moto l'ingranaggio economico.

Altra obiezione è quella dell'aumento della devastazione delle risorse della natura dovuto all'incremento dei consumi.

Per evitare un eccessivo depauperamento delle risorse naturali è importante che i consumi generali di tutti si orientino verso obbiettivi di crescita formativa: teatri, musei palestre, letture, studio, fomazione, contemplazione più che consumo della natura.

I ricchi non possono pretendere che i poveri restino poveri altrimenti loro non possono più continuare a sprecare.

Con questa proposta si chiede ad ognuno di fare un pò di spazio per gli altri.

Un altra obiezione potrebbe essere la seguente: esistono diverse proposte che vogliono fornire un reddito di cittadinanza a chi si trova in situazioni di disagio che senso ha questa tua idea?

Il reddito di cittadinanza richiede di disporre prima una somma mensile oscillante tra i 7 ed i 9 miliardi per poterla poi elargire in forma di moneta reale alle persone che si trovano in difficoltà.

Per avere questa somma in anticipo bisogna fre almeno una di queste cose:

  • Ridurre di 50 miliardi le spese correnti dello stato
  • Imporre una patrimoniale di 50 miliardi
  • Vendere beni dello stato per 50 miliardi
  • Recuperare 50 miliardi dalla presunta evasione fiscale
  • Aumentare di 50 miliardi il debito dello stato

Alcune misure sono impossibili, altre sono in agenda da 40 anni, tutte porterebbero ad una riduzione delle prestazioni che farebbero partire in modo azzoppato l'eventuale crescita dei consumi.

Per paradosso potrebbe anche succedere che parte dei soldi ricevuti dai poveri non vengano spesi ma accantonati per future esigenze.

Questa proposta della moneta virtuale è attuabile subito e non ha un costo immediato per le casse dello stato.

Il suo peso viene accollato in prima battuta sulle imprese (sei mesi = da 42 a 54 miliardi) ed in seconda battuta sulle compagnie (12 mesi = da 84 a 108 miliardi) .

Le imprese e le compagnie non vengono violentate  ma invogliate a fare la loro parte, in fondo devono vendere qualcosa in più oltre a quello che fanno già e dopo un pò saranno pagate.

Questo è un gioco win to win dove vincono tutti

  • I poveri Ottengono beni e servizi altrimenti non accessibili
  • I ricchi Possono continuare a vivere nella loro indifferenza senza tema di patrimoniali in agguato
  • le imprese vendono e prima o poi incassano e possono anche aumentare i prezzi secondo le normali leggi di mercato
  • le compagnie Sono quelle che soffriranno più di tutti strilleranno e piangeranno almeno per 12 mesi
  • la società sarà meno divisa e più equilibrata ci saranno meno occasioni di furto
  • lo stato All'inizio non sborsa una lira ed alla fine ci guadagna pure

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Permalink:
https://www.makervi.it/?titolo=la-moneta-virtuale&blog=26
I nostri produttori operano in una zona agroalimentare e turistica, tra la murgia ed il mar jonio. Venti litri di olio extravergine di oliva dalla Puglia alla Vostra tavola a 7 euro al litro.
< Precedente : Senza nome
Materia Oscura o Soffio Nascosto? : Successivo >

( 1 ) Commento

ciccio
(20,Agosto2016 18:31)
Una proposta troppo allettante

Questa idea è molto allettante, ma molto utopica, sarebbe interessante se venisse adottata a livello europeo ma con la situazione in cui si trova l'europa se mai se ne arrivasse a parlare passerebbero anni in sterili discussioni. Non voglio fare il disfattista ma non vedo molto interesse. Cosa si potrebbe fare per avviare la discussione su questi temi?

Dalla Redazione [?]
Hashtag Maggiormente Ricercati
Ventiquattro bottiglie di vino Primitivo Doc dalla Puglia alla Vostra tavola per meno di 6 euro a bottiglia.
Scegli la Bacheca in cui intervenire [?]
Scegli il Tipo di Assemblea in cui Vuoi Esprimere il Tuo Voto [?]
Termini Maggiormente Ricercati
Ventiquattro bottiglie di vino bianco Malvasia e Chardonnay dalla terra della Puglia alla Vostra tavola per meno di 4 euro per ogni bottiglia
franco - ha pubblicato questa Idea: [?]
Formazione per Operatori nei Paesi in via di Sviluppo
In uno stabile abbandonato si potrebbe costituire un centro di formazione per operatori nei paesi in via di sviluppo impiegando cittadini stranieri presenti sul nostro territorio
Luogo in cui si realizza questa iniziativa: Genova
Denaro necessario per la realizzazione: 100000.00
Contributo dichiarato finora: 44.00
Indicando un tuo contributo sostieni il progetto ed il candidato.
Cerca poi di essere coerente con gli impegni che prendi.
Il Totale dei Contributi che puoi indicare é di: 240

Quali Sono Le Possibilità Di Finanziare I Progetti [?]

Copia questo codice per inserire questo oggetto nel tuo sito. Puoi modificare il valore di height di width e di numero
<object type='text/html' height = '1200' width='300' data ='https://www.makervi.it/mamoz.php?numero=3' style='border:none; background:transparent; overflow:hidden;'> </object>
< Precedente : Senza nome
Ventiquattro bottiglie di vino bianco Malvasia e Chardonnay dalla terra della Puglia alla Vostra tavola per meno di 4 euro per ogni bottiglia
Materia Oscura o Soffio Nascosto? : Successivo >

( 1 ) Commento

Angolo in Basso a Sinistra
Angolo in basso a Destra